\\ : Storico : Articoli (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 20/11/2007 @ 08:40:53, in Articoli, linkato 1940 volte)

Qualche anno fa mi fu proposta una candidatura elettorale. Cortesemente, declinai. Per fare politica bisogna avere voglia di dedicare una fetta importante della propria vita agli altri. Ma non è solo una questione di tempo. L’impegno politico nasce da un dovere morale verso la collettività; e dalla convinzione di poter trovare soluzioni ai problemi e proposte per migliorare il tasso qualitativo della vita dei cittadini.

Almeno credo.

Perché a guardarci intorno, sembra che la questione sia diversa. Pare che oggi fare il politico sia una professione a tutto tondo. E che le qualità richieste siano altre. Occorre, prima di ogni cosa, una qualsiasi mancanza di dignità. Chi si professa comunista può, con naturalezza, vivere notti glamour al Billionaire di Briatore, o acquistare costose barche a vela, o vivere in abitazioni di lusso pagando fitti da case popolari. Oppure bisogna, senza rispetto per il dolore altrui, cavalcare l’onda mediatica e approfittare delle disgrazie che colpiscono le famiglie di donne violentate da extracomunitari o di giovani morti all’autogrill in circostanze poco chiare, per poter urlare a squarciagola: è colpa del governo!

Di fronte a questo, e a tanto altro, sembra davvero poca cosa l’utilizzo a scopo privato di auto blu da parte dei nostri assessori comunali. Una veniale ingenuità. Commessa da uomini che mal digeriscono qualsiasi osservazione sui loro comportamenti. Padroni di un’etica che non ammette giudizi.

 
Di Admin (del 27/11/2007 @ 00:28:29, in Articoli, linkato 1918 volte)

Driving Drug. Così è stata definita l’operazione condotta dai carabinieri su disposizione della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. Pedinamenti, intercettazioni telefoniche e appostamenti hanno svelato un imponente traffico di cocaina. Coinvolti diversi camionisti impegnati nel trasporto di ortaggi destinati ai mercati ortofrutticoli del centro nord. Oltre che corrieri erano loro stessi i primi consumatori: sniffavano per tenersi svegli durante i lunghi viaggi.

La notizia potrebbe anche strappare un sorriso amaro. Ma forse merita un approfondimento. Per rispettare massacranti tabelle di marcia gli autotrasportatori mettevano a rischio la vita loro e degli automobilisti che sfortunatamente incrociavano la loro strada.

Ma non è solo questo. Quanto corriamo nella nostra vita? I ritmi ai quali giocoforza dobbiamo soggiacere risultano stressanti anche per i più combattivi. Eppure in sorte ci sarebbe toccato di vivere nel terzo millennio. Quello del progresso luminoso, delle telecomunicazioni planetarie.

L’evoluzione marcia in modo travolgente in tutti i settori. Ma la qualità della nostra vita è realmente migliorata? Oppure, traffico permettendo, torniamo a casa spossati dalla nostra giornaliera battaglia, piegati alle imprescindibili esigenze produttive?

Il timore è che il tempo che ci avevano promesso, il tempo che la tecnologia avrebbe dovuto donare all’uomo, ci è stato derubato. E a goderne sono stati i portafogli di pochi, gonfi oltre ogni limite sopportabile.

 
Di Admin (del 03/12/2007 @ 08:18:14, in Articoli, linkato 2056 volte)

Quanto vale a Napoli la vita di un malato terminale? Un male cattivo è un martirio che ti divora. Il rispetto del dolore è il minimo che una società civile debba garantire. Ma in questa città in fuga da se stessa, persino la morte si trasforma in lusso.

Luigi aveva sorpreso tutti. Per i medici gli rimaneva un anno di vita. Ne ha affrontati quattro. Con coraggio. Il suo era un caso “interessante”. Da studiare. Poi, la malattia aveva preso il sopravvento e l’interesse scientifico era sfumato. “Non c’è più nulla da fare.” Questa la litania che i familiari dovevano sopportare.

Insieme a costi immensi provocati dall’indegna assenza del sistema sanitario nazionale. Certo, i chirurghi operano anche nelle strutture pubbliche. Ma per potersi giovare delle loro eccellenti mani, occorre appoggiarsi a strutture private. Oppure mettersi in lista di attesa. E chiedere cortesemente al cancro di attendere.

Alla fine, la voglia di vivere di Luigi è stata premiata dal sorriso inedito della nipotina appena nata. Poi, il calvario. Che ha un nome. Ospedale Cardarelli. Le ultime ore sono strazianti. Ingiuste e ingiustificate. I letti liberi ci sono. Ma Luigi viene abbandonato in corridoio su una barella. I suoi cari pretendono rispetto, minacciano denunce. “’Sto casatiello non lo spostiamo. Chiamate chi volete.” Così rispondono medici e infermieri. L’arrivo dei carabinieri li costringe a provvedere. Controvoglia. Luigi se ne è andato. Ma la vergogna ci assale.

 
Di Admin (del 11/12/2007 @ 11:44:26, in Articoli, linkato 1870 volte)

Quattro dirigenti della Regione Campania arrestati per concussione. I manager colti sul fatto mentre intascavano mille euro per “agevolare” l’iter burocratico e sbloccare i finanziamenti a un imprenditore. Che, coraggiosamente, li denuncia.

Come in un film americano, tre poliziotti, un carabiniere e un ex camorrista s’inglobano in una pericolosa banda criminale e svaligiano gioiellerie e altri esercizi commerciali tra Modena e Napoli.

Quattordici poliziotti arrestati con l’accusa di associazione a delinquere. Costringevano gli autotrasportatori tra Caserta e Caianello a pagare tangenti per non vedersi appioppare multe salatissime. Dalle prostitute esigevano rapporti sessuali.

Tre recenti vicende su cui meditare.

La corruzione è un fenomeno antico ed episodi simili si verificheranno all’infinito. Ma appare incontestabile il momento difficile che stiamo vivendo. Vengono meno i riferimenti morali. Chi dovrebbe garantire la sicurezza o aiutare lo sviluppo si trasforma, senza grosse difficoltà, nel vampiro che non vorresti mai incrociare lungo la tua strada. L’immagine che regala di sé la politica sembra giustificare, se non incitare la corruzione.

Troppo spesso si parla di città insicure e dell’imprescindibile ripristino della certezza della pena. C’è da auspicarsi che questo concetto venga applicato a maggior ragione verso chi indossa una divisa o rappresenta le istituzioni. La legge è uguale per tutti. O così raccontano…

 
Di Admin (del 17/12/2007 @ 08:29:26, in Articoli, linkato 1967 volte)

Un filo espressivo legherà dal 19 dicembre Valencia a Napoli. L’IVAM, il prestigioso museo di Arte Moderna di Valencia, ospiterà per due mesi la mostra: “Il secolo di Giorgio de Chirico. Metafisica e architettura.” A trent’anni dalla scomparsa, la Spagna ha voluto celebrare colui che Jean Cocteau, amico e studioso, definì ‘il pittore del mistero laico’.

Curatela e allestimento parlano napoletano. L’IVAM ha affidato la mostra alle mani dello storico d’arte contemporanea Vincenzo Trione, mentre l’allestimento è stato assegnato allo sguardo di Giovanni Francesco Frascino.

Trione ha indagato a lungo sul rapporto osmotico fra de Chirico e l’architettura. La mostra suggerisce gli stilemi presenti nelle tele del Pictor Optimus e individua gli echi della sua opera negli artisti che a lui s’ispirarono. Il viaggio in Italia del fotografo Gabriele Basilico alla ricerca di architetture dechirichiane e un catalogo ricco di contributi importanti come quello di Giuseppe Montesano, completano un percorso teso a svelare i segreti di un maestro inimitabile.

De Chirico, a lungo osteggiato fra i confini nazionali, fu subito amato dalla critica straniera. Ancora oggi l’Italia, vecchia e cadente, rivela l’atavica incapacità di investire sui suoi talenti. Che se resistono alla tentazione di fuggire all’estero, non sono liberi di trasformare le nostre città grigie in luoghi più belli e accoglienti. Valencia, lungimirante, ha compreso l’estro creativo di Trione e Frascino.

 
Di Admin (del 24/12/2007 @ 10:13:32, in Articoli, linkato 1971 volte)

Fra gli scrittori da qualche tempo va molto di moda fare outing. Rivelare aspetti scabrosi della propria vita. Meglio se in prossimità di un’uscita editoriale. Iniziò Susanna Tamaro che per lanciare il suo nuovo capolavoro confessò la tenera amicizia che la legava alla sua compagna. Più di recente è toccato al Nobel tedesco Günter Grass rivelare al mondo la sua volontaria appartenenza alle spietate SS. La sua biografia subì un’impennata nelle vendite.

A dire il vero il mio prossimo libro uscirà solo fra un anno ma credo sia giunto anche per me il momento di svelare un piccolo segreto. Di norma dedico poca attenzione all’aspetto estetico, rifuggo tutti i sotterfugi, dalle creme alla chirurgia, fonte per molti di grande apprensione. Tuttavia non resisto al vezzo di recarmi da un parrucchiere.

Quando lo stress quotidiano mi vince, lo specchio mi viene in soccorso: il caos imperante fra i capelli mi obbliga a raggiungere il Vomero e il mio vecchio amico Basilio. Già, perché Basilio non è solo un eccellente parrucchiere. È anche un ottimo psicologo, un amico capace di rasserenare insieme alla capigliatura anche i pensieri nevrotici che spesso impazzano nella mia mente.

In questo periodo poi, il passaggio da Basilio è obbligato. Quest’uomo dalle mille sorprese è anche un esperto culinario e i suoi roccocò una piccola delizia natalizia. Mi dispiace sempre dover andare via. Appena uscito mi rituffo leggero nel frastuono vomerese che, per una volta, mi appare gioioso e scanzonato.

 
Di Admin (del 01/01/2008 @ 12:24:00, in Articoli, linkato 1914 volte)

31 Dicembre. Tempo di bilanci. Compito ingrato in un anno dove poche luci non hanno regalato ossigeno a un paese asfittico. Addolora, e tanto, vedere una regione messa in ginocchio dal problema dei rifiuti. È un’immagine sconfortante. Persino scriverne provoca un senso di frustrazione. Mi limito a osservare come nessuno fra i responsabili politici abbia ritenuto doveroso un gesto forte: rimettere il mandato ricevuto dagli elettori di fronte a un simile degrado.

In Italia dimettersi è un gesto inaudito. Si sono invece dimessi i direttori del quotidiano Epolis. Ai fratelli Cipriani va il mio ringraziamento per la libertà riconosciuta a tutti coloro, giornalisti e collaboratori, che alimentano le pagine di questo vivace progetto. La loro presenza era più di una garanzia. È auspicabile che la futura direzione continui a ritenere la libertà di espressione un valore irrinunciabile.

Non riesco, perdonatemi, a farvi gli auguri di fine anno. Il mio sguardo è rivolto alle famiglie degli operai morti nell’incendio alle acciaierie della Thyssenkrupp. Alle mogli e ai figli di uomini uccisi da dirigenti privi di scrupolo. Non rispettare le più elementari norme di sicurezza per massimizzare i profitti è un grave delitto che va perseguito. Si lavora per vivere, non per morire. In un anno in Italia muoiono al lavoro oltre mille persone. È un bollettino di guerra. Questa sera in tanti senza coscienza brinderanno impuniti. Il mio pensiero andrà a chi non ha la forza di sollevare alcun calice.

 
Di Admin (del 07/01/2008 @ 08:32:54, in Articoli, linkato 1751 volte)

E alla fine ci siamo arrivati. È un gioco antico, che nel corso dei decenni si è perfezionato. Fino a divenire scientifico. La protesta monta. Manichini impiccati compaiono sugli alberi sfiniti di Corso Umberto. Le indagini della Digos rivelano che a metterli sono stati i circoli di AN. Manifestanti a Pianura attaccano la Polizia in tenuta antisommossa costringendola alla ritirata sotto una fitta sassaiola. Tra i partecipanti molti ragazzi che non abitano nel quartiere. La polizia ha il sospetto che siano giovani assoldati dalla camorra per fomentare la protesta. Non l’avremmo mai immaginato, vero?

E tutto legittima il leghista Roberto Calderoli a tuonare “Napoli non è Italia! Lì le leggi non valgono.” È sincero il vicepresidente del Senato. Dice la verità. Da noi le leggi non valgono e lo sanno bene gli industriali del Nord che per decenni hanno sversato i loro liquami velenosi nelle nostre campagne. Più di un dio cattivo, sono venuti a donarci la morte. Le connivenze con politica e camorra li garantivano da qualsiasi conseguenza. Da noi le leggi non esistono.

Intanto il sindaco Iervolino ribadisce “Dimettersi? Mai”. Antonio Bassolino, la cui costosissima politica verso il problema rifiuti è stata fallimentare, almeno per i cittadini, aggiunge “Se servisse a qualcosa, mi dimetterei”. Di fronte a un simile saccheggio non resta che aggrapparsi a quegli anarchici di fine ottocento che di fronte all’arroganza del potere replicavano “Una risata vi seppellirà”.

 
Di Admin (del 14/01/2008 @ 08:54:29, in Articoli, linkato 1869 volte)

Da quasi un anno questa rubrica prova a raccontare una città, i suoi problemi, le sue risorse. Non credevo si sarebbe ridotta a una sorta di bollettino della munnezza.

Si è appena conclusa una settimana di nuovi arrivi e di mancate partenze. È giunta la nomina di Gianni De Gennaro a commissario straordinario per l'emergenza rifiuti. L’ex capo della Polizia ha alle spalle una brillante carriera e importanti vittorie contro la mafia. Di recente è stato iscritto nel registro degli indagati per i fatti del G8.

Speriamo sia in grado, grazie anche ai super poteri che gli sono stati riconosciuti, di contribuire a risollevare una regione dal baratro in cui è sprofondata. La sua nomina è stata accolta con favore dalle opposte fazioni politiche. Di questi tempi, non lo si può considerare un gran bel viatico.

Intanto, la classe politica che da anni malgoverna la regione resta salda al suo posto. Bassolino spiega la sua testarda volontà: andarsene sarebbe una fuga. E il Governatore avvalora il suo sincero senso di responsabilità disertando il confronto con le popolazioni in protesta e frequentando i più confortevoli salotti televisivi.

Intanto Alessandra Mussolini piomba a Pianura e spiazza tutti. Dopo aver ammonito sui rischi che i bambini corrono vivendo circondati dall’immondizia, offre la soluzione su di un piatto d’argento: “Portiamo i rifiuti in Romania, visto che loro hanno portato i delinquenti qui!” I bambini rumeni, sentitamente, ringraziano.

 
Di Admin (del 21/01/2008 @ 09:00:50, in Articoli, linkato 1945 volte)

L’occasione era troppo ghiotta per farsela scappare. Il Presidente del Consiglio Regionale Alessandrina Lonardo, (l’addetto all’anagrafe dell’epoca pare nutrisse una particolare adorazione per i diminutivi) viene accusata di tentata corruzione e sottoposta agli arresti domiciliari.

Il di lei marito, Clemente Mastella, rassegna le dimissioni da Ministro di Giustizia per essere vicino alla moglie, ma viene anch’esso indagato dalla procura di Santa Maria Capua Vetere per concorso esterno in associazione a delinquere e altre sei ipotesi di reato.

L’ennesimo terremoto politico turba, si fa per dire, il paese. E, implacabili, le Iene si catapultano a Ceppaloni per consegnare delle arance alla Lonardo. Ma qui accade l’imprevisto. Il figlio dell’oramai ex ministro caccia gli artigli e ruba il mestiere ad Alessandro Sortino, la iena di turno.

Elio Mastella non si limita a difendere la madre e adopera le stesse armi allusive della tv giustizialista. La iena, oramai in gabbia, rivela di essere figlio di Sebastiano Sortino, Commissario dell’Authority per le Comunicazioni.

Immediata giunge la reazione di Davide Parenti, capo-autore delle Iene: Sortino lavora perché è bravo. E già, perché quando le proprie armi volgari vengono adottate da altri, allora diventano insinuazioni. I vertici di Italia1 annunciano: il servizio che andrà in onda venerdì è tutt’altro che la consegna delle arance alla Lonardo.

Venerdì, come ogni sera, m’immergerò nelle pagine di un bel libro.

http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?idCanale=Italia&filtro=Tutti&pagina=2&passo=5&uuid=665eb3ca-c5cd-11dc-8434-0003ba99c667&navName=1

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17
Ci sono 627 persone collegate

< giugno 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Articoli (165)
Cronaca (3)
lettereMinuscole (6)
Libri (1)
Lotta armata (1)
Riflessioni (9)
Vorrei che il futuro fosse oggi (15)

Catalogati per mese:
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022
Giugno 2022
Luglio 2022
Agosto 2022
Settembre 2022
Ottobre 2022
Novembre 2022
Dicembre 2022
Gennaio 2023
Febbraio 2023
Marzo 2023
Aprile 2023
Maggio 2023
Giugno 2023
Luglio 2023
Agosto 2023
Settembre 2023
Ottobre 2023
Novembre 2023
Dicembre 2023
Gennaio 2024
Febbraio 2024
Marzo 2024
Aprile 2024
Maggio 2024
Giugno 2024

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Non avete ancora cap...
11/05/2012 @ 05:20:16
Di Discount Uniforms
Ben quindici incontr...
11/05/2012 @ 05:11:19
Di cheapest Jersey
Particolare enfasi ¨...
05/05/2012 @ 08:25:28
Di scarpe hogan




18/06/2024 @ 00:39:35
script eseguito in 49 ms



Il termometro del futuro
La prova del nove