\\ : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 29/03/2010 @ 07:04:07, in Articoli, linkato 1200 volte)

Non faccia il napoletano? Ma mi faccia il piacere!

Luoghi comuni e retaggi del passato. Pericoli che si annidano ovunque e saltano fuori quando meno te l’aspetti. Gli esempi si sprecano. La Bulgaria è entrata a far parte dell’Unione europea ma si continua a parlare di maggioranza bulgara per indicare un regime illiberale. Da due anni in Turchia è vietato fumare nei luoghi pubblici, ma all'infinito si esclamerà: fumi come un turco! Secoli fa a Roma fu concesso a tutti i portoghesi di assistere gratuitamente a uno spettacolo e in tanti si spacciarono per lusitani. Da allora sopravvive l’antico detto fare il portoghese per rimarcare coloro che non pagano il biglietto.

Si resta perplessi però, quando a cadere in queste banalità sia addirittura un magistrato. Non faccia il napoletano. Questo, infatti, l’invito lanciato da un giudice durante un processo a Parma a un testimone che non rispondeva in modo esaustivo. Sentitosi offeso, l’indagato si era rivolto alla Cassazione per ricusare il giudice, ma gli ermellini hanno prontamente ribadito: non faccia il napoletano non era un’offesa ma una corretta sollecitazione di un testimone poco reattivo.

Seguendo la sentenza, a turno potremo dare del parmigiano tanto al giudice che ha proferito l’invettiva, invitandolo a levarsi il prosciutto davanti agli occhi, quanto agli ermellini che l'hanno giudicata legittima, sottolineando la stagionatura forse un tantino eccessiva delle loro menti. Senza per questo mancare di rispetto.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 26/03/2010 @ 10:59:41, in Articoli, linkato 1202 volte)

Il BhutJolokia: la nuova arma di distruzione di massa

Adoro la cucina indiana. Purtroppo i ristoranti sorti nella penisola in taluni casi propongono piatti troppo vicini ai nostri gusti, tradendone l’idea originale. Ma tra le mie amiche annovero chi l’arte della cucina indiana ce l’ha nelle mani e nella mente, e così, di volta in volta, ho il privilegio di scoprire sapori del tutto inediti.

In un florilegio di spezie piccanti e stuzzicanti, la cucina indiana, insieme a piccoli e naturali effetti collaterali, garantisce l’appagamento del palato più esigente e benefici all’intero apparato digerente. Per non parlare poi delle innate potenzialità afrodisiache delle spezie.

I vertici militari indiani si sono però spinti oltre, utilizzando un peperoncino per la messa a punto di una granata. Nella costruzione dell’arma gli indiani si sono avvalsi del Bhut Jolokia, ossia peperoncino serpente, una spezia il cui grado di piccantezza raggiunge vette difficilmente eguagliabili nella scala Scoville, la scala di misura usata per determinare la potenza di un peperoncino. I gas prodotti risulterebbero insuperabili per disperdere adunate non gradite o per immobilizzare soggetti pericolosi.

Il Bhut Jolokia finora era stato adoperato come repellente per mosche e zanzare o per tenere lontani gli elefanti. In ogni caso, l’arma non risulta essere tossica. Non c’è rischio, dunque, che Obama debba monitorarne l’accumulo o invadere l’India per salvaguardare il mondo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 23/03/2010 @ 10:53:11, in Articoli, linkato 1143 volte)

Walter Veltroni supereroe

Scrive per Rizzoli un libro che, attraverso un viaggio generazionale, racconta la storia italiana recente, dal fascismo al terrorismo, e immagina quella futura tra speranze e inquietudini.

Compone per Einaudi un’opera teatrale dedicata alla tragedia dello stadio Heysel, costata la vita a trentanove tifosi della Juventus accorsi a Bruxelles per assistere alla finale di coppa dei Campioni.

Indirizza una lettera al ministro Alfano per chiedergli di riaprire il caso Pasolini, certo che le nuove tecnologie a disposizione degli investigatori possano svelare come morì il poeta.

E poi ancora, invita la Commissione Antimafia a controllare con severità la lista degli eletti e a far decadere tutti i collusi. Vola da Albenga, dove incoraggia il sindaco Tabbò, a Bari dove si spende per Nichi Vendola. Trova il tempo per rilasciare al Tg3 un’intervista nella quale definisce la riforma della sanità varata da Obama, come una delle più belle pagine della storia del riformismo.

Non avete ancora capito di chi stiamo parlando? Ma del mitico Walter Veltroni, che dopo aver malinconicamente abbandonato la guida del Pd ha ritrovato uno smalto e una voglia di fare da far impallidire persino Superpippo.

Un dinamismo quantomeno sospetto all’alba di una tornata elettorale che non promette nulla di buono per il Pd. Che Walter stia cercando consensi per riconquistare una nuova e più ampia leadership della malconcia sinistra italiana?

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 08/03/2010 @ 11:32:43, in Articoli, linkato 3832 volte)

Raffaele Cutolo

Citarsi non è mai elegante, ma a volte è utile. Tutti i segreti rinchiusi nella cella di Cutolo, questo il titolo di un articolo del novembre 2007, che metteva in risalto il regime carcerario anomalo cui dai primi anni Novanta è sottoposto l’ex capo della Nuova Camorra Organizzata.

Riflessioni tornate attuali dopo le dichiarazioni del procuratore capo di Salerno Franco Roberti che ha rivelato di essere stato a un passo dal raccogliere le verità di don Raffaele. Il boss aveva infatti espresso la forte volontà di pentirsi, grazie anche al percorso di ravvedimento religioso intrapreso al fianco dell’allora vescovo di Caserta Nogaro.

Ben quindici incontri preliminari avuti con Roberti e con il Pm Alfredo Greco avevano preparato il terreno al pentimento di Cutolo che, per favorire il lavoro dei giudici, era stato trasferito dal lontano carcere di Belluno a quello di Carinola e da lì doveva essere spostato in una località segreta. Poi, quando il programma di protezione era oramai pronto, l’improvvisa retromarcia. Cutolo non si vuole più pentire. A farlo ricredere sarebbero state la sorella e la moglie.

Per Roberti, invece, la realtà è un’altra. I servizi segreti avrebbero minacciato Cutolo. Le sue parole potevano far cadere tanto la prima, quanto la seconda Repubblica. Roberti specifica che la sua è solo un’ipotesi. Forse assai vicina alla verità. Quando il boss che voleva farsi Stato morirà, in tanti tireranno un sospiro di sollievo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 05/03/2010 @ 07:16:02, in Articoli, linkato 1387 volte)

Hostess nei Club Eurostar

Il luogo ideale per rilassarsi nelle zone comfort , in un ambiente di design, riservato ed accogliente. Così, all’interno del loro sito, le Ferrovie dello Stato presentano i Freccia Club Eurostar, creati nelle principali stazioni nazionali per i viaggiatori in attesa di prendere il treno. A non convincere non è la legittima scelta di offrire un servizio agli utenti, ma i criteri di selezione del personale addetto. Infatti, a quanto riferisce il Corriere di Bologna, Trenitalia valuta solo le candidature di ragazze di bell’aspetto.

I sindacati sono sul piede di guerra. Alle loro orecchie è giunta voce di pressioni rivolte ai colleghi maschi e alle donne più avanti negli anni, affinché accettassero trasferimenti di servizio, per lasciare spazio alle più avvenenti fanciulle. Inutile sottolineare come in questo caso ci si troverebbe di fronte a una discriminazione figlia del velinismo che oramai pervade l’intera società.

Ad essere penalizzati da simili situazioni non sono solo gli uomini e le donne di mezza età, ma anche le tante ragazze nauseate da questo meccanismo per il quale è il proprio aspetto esteriore e non le capacità o l’esperienza, a essere premiato nella conquista di un posto di lavoro.

Ne Il grande Gatsby, Francis Scott Fitgerald scriveva: Sono contenta che sia una bambina. E spero che sia stupida: è la miglior cosa che una donna possa essere in questo mondo, una bella piccola stupida.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 01/03/2010 @ 11:53:46, in Articoli, linkato 4804 volte)

Il diamante record

Quando nel settembre dello scorso anno era stato estratto da una miniera sudafricana ci si era subito resi conto di trovarsi di fronte a un esemplare unico. Un diamante grezzo di cinquecento carati, grande quanto un uovo di gallina, dal peso superiore ai cento grammi. In più, una limpidezza fuori dalla norma.

Nessuna meraviglia dunque se sia stato venduto all’asta per la ragguardevole cifra di 35 milioni di dollari. Se l’è aggiudicato una gioielleria di Hong Kong che adesso ha un’unica urgenza: trovare un cliente che possa permettersi una pietra così preziosa. Si vocifera dell’interesse del Sultano del Brunei. Di certo la casalinga di Voghera non potrà farlo suo.

Ma davvero quel brillante vale una cifra simile? Esperti ed economisti ne sono certi, tuttavia il dubbio resta. Nel racconto Il sogno di Debs, un inarrivabile Jack London narrava di uno sciopero generale che aveva messo in ginocchio gli Stati Uniti, con i ricchi possidenti costretti a vendere la propria argenteria in cambio di un piatto caldo.

In effetti un diamante risulterebbe indigesto da mangiare, e in tempo di crisi varrebbe certo assai meno del valore che gli è stato riconosciuto. Ma, evidentemente, questi non sono tempi di magra. A proposito, oggi va in scena il primo sciopero nazionale dei lavoratori immigrati che vogliono dimostrare l’importanza dell’immigrazione per la tenuta sociale ed economica del paese. Ma questa è un’altra storia.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono 147 persone collegate

< maggio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Articoli (165)
Cronaca (3)
lettereMinuscole (6)
Libri (1)
Lotta armata (1)
Riflessioni (9)
Vorrei che il futuro fosse oggi (15)

Catalogati per mese:
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Non avete ancora cap...
11/05/2012 @ 05:20:16
Di Discount Uniforms
Ben quindici incontr...
11/05/2012 @ 05:11:19
Di cheapest Jersey
Particolare enfasi ¨...
05/05/2012 @ 08:25:28
Di scarpe hogan




25/05/2019 @ 19:43:30
script eseguito in 63 ms



Il termometro del futuro
La prova del nove