\\ : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 31/03/2008 @ 09:43:30, in Articoli, linkato 1364 volte)

Un decreto del ministero dello Sviluppo economico del 20 marzo ha ridotto l'accisa sui carburanti. La misura ha un vago sapore elettorale. Si tratta infatti di un taglio temporaneo in vigore, salvo proroga, sino al 30 aprile. In tempi di elezioni le si tentano tutte per accattivarsi l’elettorato.

Il provvedimento doveva produrre una riduzione alla pompa di 2 centesimi al litro. Pari a un risparmio di circa un euro per un pieno. Non molto, ma pur sempre qualcosa considerati gli aumenti vertiginosi dei carburanti. Un salasso continuo che negli ultimi mesi è maturato di pari passo ai violenti rialzi del costo del petrolio.

Eppure, quando mi sono recato dal mio distributore di fiducia non ho riscontrato la discesa del prezzo. Ho chiesto chiarimenti al gestore, il quale dopo un iniziale momento di smarrimento, ha farfugliato spiegazioni incomprensibili per poi gettare la maschera. Notificandomi la sua strategia.

Quando i prezzi scendono, termina prima le scorte di cui dispone, per poi applicare la riduzione. Quando i prezzi aumentano applica immediatamente i rincari. “È una mia plusvalenza” mi ha detto senza imbarazzo. Non pago, ho allora chiesto quando sarebbero finite le sue scorte. La risposta, assai infastidita, è stata “Sabato, ma per allora nuovi aumenti possono riassorbire lo sconto”.

Ho segnalato all’Agip e al ministero tale cattiva condotta. Credo che ogni cittadino dovrebbe fare altrettanto. Cambierò il mio benzinaio. Cambierà qualcosa?

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/03/2008 @ 08:42:32, in Articoli, linkato 1525 volte)

10 agosto 2007, Magic Word di Licola. La consueta folla all’ingresso del parco acquatico flegreo. Ma quella mattina è diversa da tutte le altre. In due si fanno spazio fra la gente e, mettendo in grave pericolo la vita di decine di persone innocenti, uccidono un camorrista. L’ennesimo atto di guerra fra i diversi clan che divorano la città.

I killer agiscono a volto scoperto. Non hanno nulla da temere. Le coscienze dei cittadini soffrono di narcolessia di giorno e riposano la notte. Incoraggiate da uno stato assente che quotidianamente dimostra le sue incapacità.

Ma qualcosa guasta il piano dei sicari. Un ragazzino vede in volto l’assassino. Fissa il suo sguardo, i suoi occhi. E non esita a riconoscerlo tra le foto mostrategli dagli investigatori. Da allora la sua è una vita blindata. Vive sotto il controllo della Polizia. La famiglia ha abbandonato la periferia di Napoli. Decisa a non tornarci più. In tribunale sarà costretto a ripetere la sua testimonianza, a confermare il suo limpido coraggio.

Una storia importante. Quel tredicenne ha vissuto nello stesso degradato contesto che spinge molti suoi coetanei nelle braccia della camorra o li relega ai margini della società. Scegliere, dunque, è ancora possibile. Ma è tanto, troppo difficile.

Quanti, fra noi, troverebbero la forza e la fiducia nelle istituzioni per seguire questo esempio, rischiando in proprio per difendere l’ideale di giustizia? Una vicenda che libera una speranza ma, con essa, anche tanta amarezza.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 09/03/2008 @ 09:00:24, in Articoli, linkato 1358 volte)

Un invito inatteso mi riporta a Procida. Le facciate gialle e rosa delle case di Marina Grande infondono calore. Giro l’isola e i miei ricordi vacillano. Un abusivismo edilizio sfrenato, figlio del bisogno ma anche dell’avidità, ha inferto più d’una ferita all’isola. Che tuttavia conserva intatto un fascino seducente.

Il parco marino 'Regno di Nettuno' è un’opportunità, ma racchiude anche un’insidia. Viene infatti vietato il cianciolo, lo strumento usato da molti pescherecci locali. Secondo una normativa europea la rete distrugge la posidonia, una pianta dall’importante ruolo ecologico.

Eppure nella stessa area si tollera un traffico diportistico asfissiante, i cui ancoraggi distruggono la pianta ben più della pesca. Altrettanto grave è l’assenza di depuratori.

La pesca è un settore vitale per l’economia isolana e copre il fabbisogno di un quarto delle famiglie procidane. L’Adiri, guidata da Nicola Pellecchia, lotta per difendere il lavoro dei pescatori e la storia che da secoli si tramandano. Una tradizione che da sempre porta il pesce azzurro sulle nostre tavole. La proposta è quella di pescare oltre i 50 metri di profondità, salvaguardando la posidonia che esige luce e non cresce oltre i 40 metri.

Le zone protette sono decisive per la difesa del mare ma devono sostenere le terre che accarezzano e non generare povertà. La difesa dell’ambiente non deve trasformarsi in una politica demagogica e strumentale. I no dei verdi non sempre giovano alla Campania.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 03/03/2008 @ 08:55:39, in Articoli, linkato 1580 volte)

Tesi di laurea precipitate nei cassonetti dell’immondizia. Centinaia di lavori in economia aziendale degli studenti dell’Università Parthenope, abbandonati insieme a spazzatura di ogni genere.

Il tutto a Via Medina, fra la cappella San Giorgio dei Genovesi, dove si discutono le lauree della Parthenope, e il Commissariato di Governo per l’emergenza rifiuti. L’università, guidata dal rettore Gennaro Ferrara, aveva dato le copie a una ditta incaricata per il macero, ma il personale, eludendo le regole della raccolta differenziata, se n’è inopinatamente liberato nei cassonetti.

I magistrati apriranno un'inchiesta per violazione della privacy. Certo un aspetto delicato, per la presenza di dati sensibili all’interno dei tomi. Così come si conferma l’assoluta mancanza di cultura che la città mostra di continuo anche di fronte a uno scenario che vede da mesi le sue strade a ancor più la propria dignità, sommersa dalla spazzatura.

Una vicenda grottesca dove trionfa lo spreco. Per la gioia delle tipografie le tesi vengono rilegate e stampate in almeno 4 copie, molte delle quali non vengono nemmeno sfogliate. Sarebbe opportuno fare un maggior ricorso ai più ecologici supporti informatici limitando al minimo necessario l’uso cartaceo.

Ma è l’immagine a ferire. Vedere le fatiche di tanti giovani marcire nella munnezza è una fin troppo facile metafora dello stato comatoso nel quale versa la città. Il grido antico di Eduardo torna a lacerare le nostre coscienze indomite. Fujtevenne…

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono 264 persone collegate

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Articoli (165)
Cronaca (3)
lettereMinuscole (6)
Libri (1)
Lotta armata (1)
Riflessioni (9)
Vorrei che il futuro fosse oggi (15)

Catalogati per mese:
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Non avete ancora cap...
11/05/2012 @ 05:20:16
Di Discount Uniforms
Ben quindici incontr...
11/05/2012 @ 05:11:19
Di cheapest Jersey
Particolare enfasi ¨...
05/05/2012 @ 08:25:28
Di scarpe hogan




10/12/2019 @ 18:24:17
script eseguito in 109 ms



Il termometro del futuro
La prova del nove