\\ : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 28/07/2008 @ 08:58:08, in Articoli, linkato 1361 volte)

L’ex Presidente di Confindustria Antonio D’Amato ha invitato negli scorsi giorni i principali rappresentanti della stampa estera a visitare le industrie d’eccellenza campane. Dopo aver raccontato senza sconti, come è giusto che sia, la Napoli sommersa dai rifiuti, i giornalisti stranieri hanno avuto modo di scoprire l’altra faccia della città.

Se tutti conoscevano le ricchezze storiche che impreziosiscono la città, nessuno immaginava che nella terra di Gomorra esistessero realtà tecnologicamente all’avanguardia come il polo orafo del Tarì, la Kiton noto brand dell’abbigliamento sartoriale, il polo logistico del Cis di Nola o la Seda di D’Amato leader in Europa nella produzione di imballaggi alimentari.

Certo da solo l’evento non basterà a sanare l’immagine sfregiata di Napoli affermatasi con violenza nel mondo. Occorrerà molto tempo e altrettanti fatti. Ma è un passo. Uno in più di quelli mai compiuti dai nostri governanti tutti presi a cincischiarsi tra beghe interne e croniche incapacità.

Tra imprenditori coraggiosi e politici inadeguati, a decidere le sorti della città sarà la rinascita di una società civile autentica. Vi è urgenza di spiriti liberi che non si preoccupino di coltivare i salotti influenti. Uomini capaci di offrire idee forti alla classe politica e di incidere sugli industriali, ricordandogli che non un profitto cieco e dissennato ma un benessere sano e generalizzato deve essere il fine ultimo delle loro imprese.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 21/07/2008 @ 08:45:26, in Articoli, linkato 1242 volte)

Salvate Fannie e Freddie. Questo il grido lanciato da George Bush. Fannie e Freddie non sono amici del Presidente americano ma due agenzie para-governative che erogano mutui immobiliari. Il 50 % dei mutui statunitensi è nelle loro mani. Il crollo di Fannie e Freddie ha avuto inizio lo scorso anno quando sono paurosamente aumentati i casi di mancato pagamento delle rate dei mutui.

Non è facile comprendere i delicati meccanismi che regolano l’economia. È però il caso di soffermarsi su quanto sta avvenendo in Usa e potrebbe verificarsi anche qui da noi. Lo scoppio della bolla speculativa che sgonfiò le borse mondiali nel 2001 favorì la crescita vertiginosa dei valori immobiliari. Come sempre accade nei momenti di crisi il mattone si è trasformato in bene rifugio.

Ma rifugio per chi? Non certo per chi ha fatto immani sacrifici per acquistare un’abitazione. In tanti sono stati costretti a contrarre mutui infiniti a rate proibitive. Per anni le banche hanno offerto dei tassi convenienti(?) contribuendo a far lievitare il prezzo delle case. Oggi, con l’impennata del costo della vita, molte famiglie sono sull’orlo del precipizio e rischiano di perdere l’immobile.

Anche le banche, dopo aver a lungo maturato profitti stellari, si ritrovano in difficoltà. Ma a risolvere i loro problemi ci pensano i governi centrali pronti a soccorrere con i soldi dei contribuenti chi ha attuato politiche dissennate. A chi rischia di ritrovarsi senza un tetto bhè, che si arrangi!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 14/07/2008 @ 22:02:57, in Articoli, linkato 1433 volte)

La caduta del palazzo al civico 25 di Via Portacarrese mi riporta alla mente “Cronache dalla città dei crolli”. Il bel libro di Sergio de Santis racconta una città dove i palazzi si sbriciolano uno dopo l’altro rinsaldando le divisioni tra il quartiere ricco, intatto nei suoi privilegi, e i sobborghi dei tanti ridotti a vivere nelle caverne.

Anche il crollo ai Quartieri Spagnoli pare uscito dalla vivida penna di uno scrittore capace di attingere generosamente alla storia di Napoli. Dalla dominazione spagnola, durante la quale fu costruito il quartiere destinato a ospitare le truppe militari e dove da subito prostituzione e criminalità dilagarono impuniti, al terremoto del 1980 che lesionò molti di quegli edifici. Dall’ombra della camorra che ha usato il palazzo disabitato per nascondervi i propri arsenali, alla speculazione di chi acquista immobili fatiscenti, li ristruttura senza i necessari permessi e poi li rivende con guadagni spropositati. E opera di fantasia sembra anche il fatto che la miracolosa assenza di vittime non abbia trasformato il crollo in tragedia.

In tutta questa vicenda pare celarsi un’immagine apocalittica, una sorta di ultimatum alla città affinché si scrolli da dosso il proprio vecchiume e la propria meschinità per vivere di vita nuova. Diversamente Napoli, per dirla con La Capria, rischia di degradarsi nella città allucinata dove assistere alla fine del mondo da un osservatorio privilegiato.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 07/07/2008 @ 22:20:32, in Articoli, linkato 1551 volte)

Uscita Torre Annunziata sud chiusa. Da tempo lo stesso avviso mi accompagna durante i viaggi autostradali. Avvertimento per gli automobilisti o monito a non dimenticare? Tutto accadde lo scorso 6 ottobre quando un uomo di 65 anni, Vincenzo Porzio, morì annegato nella sua auto in un sottopassaggio completamente allagato dalla pioggia. La moglie riuscì a salvarsi rifugiandosi sul tettuccio dell’automobile.

Il PM Barbara Trotta, della procura di Torre Annunziata guidata da Diego Marmo, sequestrò immediatamente il sottopasso avviando l’inchiesta. Misura provvidenziale: la tragedia, già sfiorata in passato, poteva ripetersi e causare nuove vittime.

Ma il seguito della storia lascia ancora più amareggiati. Nove mesi e i solleciti dei magistrati non sono stati sufficienti a riaprire lo svincolo. Mancano le opportune garanzie in un inammissibile rimpallo di responsabilità tra i sindaci della zona, la società Autostrade meridionali e le istituzioni provinciali e regionali. Motivo del contendere l’apertura della nuova condotta fognaria che sostituirebbe la vecchia, incapace di reggere alle piogge. Manca però l’ok all’allacciamento con il depuratore incompiuto da venti anni. Quand’anche dovesse essere ultimato non sarà utilizzabile perché non in grado di depurare le acque come imposto dalle nuove normative.

Una vicenda paradossale che mette a nudo le vergogne di politici e dirigenti irresponsabili. Morire così è un’assurda follia. A loro interessa poco.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono 202 persone collegate

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Articoli (165)
Cronaca (3)
lettereMinuscole (6)
Libri (1)
Lotta armata (1)
Riflessioni (9)
Vorrei che il futuro fosse oggi (15)

Catalogati per mese:
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Non avete ancora cap...
11/05/2012 @ 05:20:16
Di Discount Uniforms
Ben quindici incontr...
11/05/2012 @ 05:11:19
Di cheapest Jersey
Particolare enfasi ¨...
05/05/2012 @ 08:25:28
Di scarpe hogan




19/09/2019 @ 04:25:42
script eseguito in 112 ms



Il termometro del futuro
La prova del nove