\\ : Articolo : Stampa
Immagini dell'inesprimibile
Di Admin (del 24/09/2008 @ 11:18:24, in Riflessioni, linkato 1603 volte)

È il caso di aggiornare i fedeli lettori del blog su alcune direi rilevanti novità che nelle ultime ore hanno riguardato gli argomenti toccati dai miei ultimi post.

A partire dall'acceleratore del Cern di Ginevra. Una fuga di elio, probabilmente dovuta a una connessione elettrica difettosa tra due magneti, ha causato l'interruzione forzata degli esperimenti. Appuntamento dunque rimandato alla primavera del 2009. Il direttore generale del Cern Robert Aymar ha ammesso "è indubbiamente un colpo psicologico, ma non ho dubbi che supereremo questa difficoltà con lo stesso livello di rigore e applicazione." L'obiettivo dell'acceleratore, costato 6 miliardi di dollari, è quello di provocare collisioni tra fasci di particelle nei 27 chilometri del tunnel, alla scoperta della cosiddetta "particella di Dio".

Il prezzo del petrolio ha avuto un'improvvisa fiammata passando in pochi istanti da 100 a 130 dollari. Venerdì scorso la borsa di Milano ha festeggiato il più grande rialzo degli ultimi 10 anni, con gli indici schizzati a un +8%. Intanto in America si susseguono i crac. Dopo il savataggio a carico dei contribuenti di Fannie e Freddie, è toccato alla Lehman Brothers chiudere baracca e burattini. L'Fbi ha intanto avviato un'inchiesta su quattro protagonisti della crisi dei mutui, per capire se ci sono state irregolarità o frodi. Nel mirino del'agenzia federale sono entrati Freddie Mac e Fannie Mae, i giganti dei mutui immobiliari; Lehman Brothers, la banca d'affari fallita nei giorni scorsi; Aig, il colosso delle assicurazioni in profonda crisi. Con le quattro nuove inchieste, quelle legate alla crisi dei mutui salgono a 26.

Forse scosso dalle profonde difficoltà in cui versa la Regione Campania e dalla severa disamina del suo oramai ex consigliere economico di fiducia Isaia Sales, Antonio Bassolino ha giocato la sua carta preferita e si è tinto nuovamente i capelli. Come dimostra l'intervista rilasciata alla festa del MPA presente su Youtube.