\\ : Articolo : Stampa
Un Superenalotto per due
Di Admin (del 28/11/2009 @ 10:56:52, in Articoli, linkato 1339 volte)

La dea bendata

Nella buona e nella cattiva sorte, nella ricchezza e nella povertà, finché morte non ci separi. Quante volte abbiamo sentito questa magica formula riecheggiare fra le navate di una Chiesa. E a queste frasi si rifà con assoluta fermezza una sessantenne romana, decisa a dividere la vincita milionaria al Superenalotto del marito. Nulla di strano, se non fosse che la coppia si era separata da oltre un anno e si avviava di comune accordo alla separazione.

D’un tratto però l’uomo, fiorentino, sessantasette anni, era divenuto sfuggente e aveva accelerato le pratiche legali, fino ad insospettire la consorte. Che, battagliera come non mai, si era affidata a un’agenzia investigativa, scoprendo una trasformazione sorprendente del marito. L’uomo aveva totalmente cambiato stile di vita. A dispetto dell’età scorazzava a bordo della sua fiammante Porsche e frequentava i ristoranti più in, in compagnia di una giovane fanciulla.

A dipanare il mistero amici comuni della coppia, ai quali l’uomo aveva confidato di aver vinto un milione e mezzo di euro e di volerseli godere fino all’ultimo. Da qui l’immediata pretesa della consorte di ricevere un assegno di mantenimento mensile di ottomila euro o una buonuscita pari a metà della vincita. Il prossimo 30 novembre spetterà al giudice valutare la legittimità della richiesta. Resta però un dubbio. A parti invertite la donna avrebbe desiderato dividere con l’ex marito così ardentemente?